home

La mia attività con l’antico Mulino e il formenton otto file: mi presento
Sono Aldo Bacci, titolare dell’antico molino di Piezza e da oggi mi occupo anche della produzione del rinomato mais “Formenton otto file
La stima e l’amicizia con Alvaro Ferrari, il precedente titolare di questo sito e della produzione della farina di formenton 8 file, perdura ed è consolidata da ben 35 anni. E’ iniziata da quando, molto giovane, dovevo passare nei pressi di casa sua per andare a trovare la donna che sarebbe poi diventata mia moglie, e che abitava, (guarda caso!), in un vicino mulino sul fiume Serchio. In quegli anni lavoravo presso una grossa industria dove sono rimasto per molti anni e, nel tempo libero, mi recavo al mulino a vedere mio suocero e suo fratello, il Biagio e il Mauro, alle prese con macine, pale e farina.

La loro è stata una vita dura: essendo un mulino alimentato ad acqua, spesso, dopo una piena del Serchio, dovevano andare a riparare gli argini del canale di presa e lo sbarramento fatto con i sassi del fiume; il fatto che, a quei tempi, i lavori venivano eseguiti a mano ed in ogni stagione, può far comprendere l’entità di risorse e lavoro che comportava questa attività.Dopo una vita dedicata a questo lavoro, I due titolari del molino citati, un anno fa hanno deciso di andare, giustamente, in pensione. Da parte mia non c’è stata esitazione, e ho voluto continuare il loro lavoro, non solo per l’attrattiva che provo per questa storica attività, che conserva un suo fascino che richiama a quei prodotti naturali che sono sempre stati alla base della nostra alimentazione, ma anche perché questa attività è ormai unica nella zona.homepage

Così è iniziata la collaborazione con Alvaro, da sempre esperto e appassionato lavoratore agricolo, che nel frattempo ha dovuto cessare, suo malgrado, la propria attività e il proprio lavoro, per motivi legati all’età e alla necessaria salvaguardia del proprio stato di salute. il suo aiuto per la semina dei terreni circostanti, come pure i suoi consigli sul “formenton otto file” sono stati preziosissimi, e tutti coloro che hanno avuto il piacere di fornirsi dall’Alvaro di questo mais particolare e apprezzatissimo, potranno continuare a ottenerlo, con la medesima qualità e le medesime caratteristiche.
La data sulla soglia della porta dell’”antico molino di Piezza” (che è anche il logo dei nostri prodotti)è del 1736 anche se da alcune ricerche risulterebbe esistere da tempi più remoti. Al suo interno si trovano quattro macine: due per le castagne; una per grano,farro, segale, orzo e una per il granturco.

Aldo Bacci